Realizziamo prodotti e sistemi di segnalamento e sicurezza secondo le direttive e gli standard internazionali del segnalamento ferroviario, EN50126, EN50128, EN50129.

RELE' A CONTROLLO DI FASE – RCFD

Relè statico a controllo di fase per circuito di binario a 50 Hz, 75 Hz ed 83,3 Hz

Relè a controllo di fase per circuito di binario a 50 Hz e 75Hz ma può funzionare anche su altre frequenze.

Il dispositivo che sostituisce il relè elettromagnetico a disco è realizzato secondo una tecnica digitale a DSP 2oo2. Realizzato su contropiastra FS58 di tipo ridotta, può essere realizzato in versione FS58 per il diretto rimpiazzamento con i relè FS58 elettromagnetici.

Il relè RCFD è omologato SIL4 con l'impiego di relè attuatori esterni di tipo RR2000.

Sono impiegati nella metropolitana milanese sin dal 2008 sulla linea M1 e M2.

Scarica la documentazione


GENERATORE DI CODICE 75; 120; 180 E 270 – CTS

Relè statico generatore dei codici pulsati 75/120/180270

Generatore digitale di codice per circuito di binario

Il generatore è in grado di generare il codici del CDB 75/120/180/270 che vengono impiegati normalmente nei CDB delle tratte metropolitane e ferroviarie.

Questo generatore deve essere corredato di un amplificatore di potenza per trasmettere i codici direttamente sulla tratta, affinché siano captati dal sistema di bordo per l'interpretazione della velocità nella tratta.

Il CTD può essere dotato di display visualizzatore locale a 3 digit per l'indicazione del codice in battitura.

Realizzato su contropiastra FS58 di tipo ridotta, e può essere realizzato in versione FS58 per il diretto rimpiazzamento con i battitori di codice su piastra FS58; oppure di tipo Westinghouse.

Scarica la documentazione


RIPETITORE DI CODICE AL BINARIO – CPR

Relè statico a ripetitore di codice

Ripetitore di Codice al Binario CPR

Dispositivo di amplificazione segnale di CTD, realizzato con componenti allo stato solido; è impiegato per l'amplificazione del segnale di battitura del codice impostato dalla sala regia attraverso il CTD.

Il dispositivo è in grado di tradurre segnali sino ad una frequenza di 440Hz.

Il CPR sarà in grado di funzionare solo con l'ausilio di una CTD

Realizzato su contropiastra FS58 di tipo ridotta, e può essere realizzato in versione FS58 per il diretto rimpiazzamento con i battitori di codice su piastra FS58.

Scarica la documentazione


RELE' CONTROLLO GIUNTO ROTAIA – CJU

Relé di controllo giunto di rotaia

Relè di controllo giunto rotaia CJU

Il dispositivo di controllo giunto rotaia è progettato per la verifica puntuale della capacità di giunto fisico della rotaia.

Di conseguenza rileva tutte le imperfezioni del giunto, od il danneggiamento dello stesso con l'usura della rotaia.

Funziona sul principio della misura della impedenza del circuito in alta frequenza, ed è in grado di misurare piccole variazioni capacitive dovute al deterioramento del dielettrico fisico del giunto.

Realizzato su contropiastra FS58 di tipo ridotta, e può essere realizzato in versione FS58 per il diretto rimpiazzamento con i dispositivi vecchi realizzati su piastra FS58.

Scarica la documentazione


AC/AC CONVERTER TRIFASE 75 HZ 10 kW RIDONDATO

Convertitore AC/AC con uscita trifase a 75 Hz

Convertitore AC/AC con uscita trifase a 75 Hz costruito con controllo digitale vettoriale.

Con ingresso trifase 50 Hz e uscita monofase 75 Hz e/o 83,3 Hz.

E’ adatto al funzionamento in ridondanza per applicazioni di segnalamento ferroviario.

AC/AC converter trifase 75 Hz 10 kW ridondato

Il convertitore AC/AC trifase di ingresso è un generatore monofase di potenza a 75 Hz.

Realizzato per soddisfare le esigenze di alimentazione sicure del CDB, in modo sicura con soluzione di continuità certa, dovuta alla doppia alimentazione trifase di ingresso ad alla ridondanza degli apparecchi nel sistema.

Eroga una tensione variabile, con potenza sino a 10Kw, da applicare ai resistori che rappresentano i generatori di corrente da modulare delle tratte di rotaia del CDB.

Scarica la documentazione


MODULO RICEVITORE DI SEGNALE – A-RCFD

Circuito di binario ad audio frequenza

Modulo Ricevitore di segnale A-RCFD

Il dispositivo è impiegato nella realizzazione del circuito di binario in audio frequenza, nelle tratte di binario con assenza di giunto.

E' stato realizzato in logica digitale discreta ad aggancio di fase FSK, e rispetta i requisiti fail-safe richiesti dalla SIL4.

Tale dispositivo deve essere accoppiato al relativo trasmettitore ed i filtri di tratta per attuare il suo naturale impiego.

Scarica la documentazione


MODULO TRASMETTITORE DI SEGNALE – A-CTS

Circuito di binario ad audio frequenza

Il dispositivo è impiegato nella realizzazione del circuito di binario in audio frequenza, nelle tratte di binario con assenza di giunto.

E' stato realizzato in logica digitale discreta con modulazione di tipo FSK, e rispetta i requisiti fail-safe richiesti dalla SIL4.

Tale dispositivo deve essere accoppiato al relativo ricevitore ed i filtri di tratta per attuare il suo naturale impiego.

SPECIFICA TECNICA CIRCUITO DI BINARIO AUDIO FREQUENZA


MODULO FILTRO

Modulo di filtro

Modulo Filtro Rx/Tx

Il modulo filtro è un dispositivo che serve ad adattare le impedenze del trasmettitori e dei ricevitori, del circuito di trasmissione e ricezione al circuito CDB audio costituito dalla tratta di binario sul quale viene installata.

Sono sempre installati in prossimità dei filtri di teste e di blocco tratta, che delineano il tratto di CDB con la relativa frequenza applicata.

Sono realizzati in contenitori con IP67 ed adatti all'installazione lungo linea e sono rispondenti alle normative IS402 cat.3T e 4V ed EN50155.

Caratteristiche serie UNIBOX universale Palazzoli


CIRCUITO DI BINARIO AUDIO FREQUENZA

MODULO ADATTATORE DI LINEA

Modulo Filtro Separazione tratta

Il modulo filtro di separazione è un dispositivo che serve a delineare le tratte di circuito CDB audio alle frequenze specifiche applicate alla tratta.

Sono sempre installati in prossimità dei filtri Tx ed Rx, che delineano il tratto di CDB con la relativa frequenza applicata.

Sono realizzati in contenitori con IP67 ed adatti all'installazione lungo linea, e sono rispondenti alle normative IS402 cat.3T e 4V ed EN50155.


SISTEMA AUTOMATICO BLOCCO DISCONTINUO

RACK ATP DISCONTINUO INDUSI MBC-1

ATP discontinuo basato sul sistema Indusi.

Mediante due o tre frequenze controlla lo stato delle boe di terra a protezione dei punti critici della linea e in caso di superamento anomalo del segnale rosso o di passaggio a livello, libera la condotta idraulica del freno di emergenza.

Realizzato in logica 2oo2 fail safe, è certificato SIL 4.

Scarica la documentazione


SISTEMA AUTOMATICO BLOCCO DISCONTINUO

BOA INDUSI DI BORDO

La boa indusi è composta da antenne elettromagnetiche per la trasmissione dei segnali a terra ed è una estensione del rack di bordo.

La boa è certificata secondo la EN50155 e la IS402 per essere installata a bordo del carrello del treno.

Scarica la documentazione


SISTEMA AUTOMATICO BLOCCO DISCONTINUO

BOA INDUSI DI TERRA

La boa indusi di terra è composta da antenne elettromagnetiche per la ricezione dei segnali di bordo e l’eventuale trasmissione del codice.

La boa è certificata secondo la IS402 ed EN50155 per installazione su traverse ferroviarie.

Scarica la documentazione


SISTEMA AUTOMATICO BLOCCO DISCONTINUO

STRUMENTO PROGRAMMATORE EPROM ZUB122

Lo strumento provaboe sistema ZUB122 è stato realizzato per la verifica in campo del ATP discontinuo e la programmazione delle EPROM.

Lo strumento alimenta le antenne a 50 kHz e 100 kHz e ne verifica lo stato mediante la riproduzione del sistema di bordo.

Lo ZUB 122 legge e verifica il telegramma dell'antenna 850 kHz mostrandone il contenuto nel display.

Consente la cancellazione e la scrittura delle EPROM.

Scarica la documentazione


STRUMENTO PROVA BOA INDUSI

Il rack provaboe è costituito da un rack custom studiato a posta per il collaudo delle boe indusi
sistemate su di un piano regolare come quello di applicazione delle stesse.
Il rack ha la possibilità di essere trasportato mediante le ruote pivotanti in opzione, quattro in tutto e
due di queste possono attuare il freno del rack per evitare movimenti involontari.

Questa realizzazione è indicata per applicazioni dello strumento in laboratorio, mentre per l'operabilità sul campo lo stesso è dotato di appositi distanziatori laterali che provvedono a sollevare alla distanza massima di operazione
lo strumento dalla boa in prova.
Il rack è costituito da una struttura a ponte che contiene nella parte centrale le schede elettroniche per
il funzionamento.

Nella parte superiore vi è il pannello dei comandi; mentre nella parte opposta, quindi in basso il vano antenna sospeso dalla struttura a ponte del rack, ad un'altezza di 14 cm.

Tale distanza è la massima accettabile per il funzionamento del sistema indusi.
Il rack sarà in grado di scorrere parallelamente alla boa fissa, alla distanza prestabilita attuando il sistema di accoppiamento elettromagnetico di funzionamento.


Le dimensioni del rack sono 620*140*680 (l*l*h), con un peso di 13 kg circa.

Documentazione relativa al provaboe Indusi


SEGNALE A LED

Segnale a LED sostituisce la lampada a filamento per controllo Segnale a Diodi Ottici (SDO).

Segnali a tre luci di avviso e protezione, a due luci e segnale di precedenza.

Scarica la documentazione

Download URL


Connessione induttiva 1 kA e 1.4 kA

Le connessioni induttive (CI) sono costruite secondo le normative ferroviarie IS415; EN61180; EN61000-4-2; EN61000-4-5 consentono il passaggio della corrente di trazione.

Le connessioni induttive possono essere equipaggiate con filtri a 50 Hz o 75 Hz per il blocco del segnale del circuito di binario.

Scarica la documentazione

Interruttore magnetotermico a ripristino automatico

Questa serie di interruttori magnetotermici a ripristino automatico realizzato ed omologato secondo le specifiche Rete Ferroviaria Italiana (RFI) realizzato in tutti i modelli e le portate; è perfettamente intercambiabile con i vecchi modelli nelle sale relè.

Gli interruttori IS (interruttore sezionatore) si dividono oltre che nella funzione di intensità di corrente di scatto, anche per la tipologia di corrente, alternata o continua.

Ci sono due categorie: interruttori automatici a scatto rapido ed interruttori automatici a scatto ritardato.

Gli interruttori automatici a scatto rapido sono catalogati come segue

  • IRC interruttore a scatto rapido in corrente continua
  • IRA interruttore a scatto rapido in corrente alternata
  • IRZA

Gli interruttori automatici a scatto ritardato sono suddivisi come segue

  • IMD
  • IMSO
  • IMPL

Tutti gli interruttori sono realizzati rispettando quanto prescritto nella norma tecnica IS320 edizione 1983 e successive.

Specifica tecnica ISDRA

www.powercon.eu